La tragedia di Corinaldo: morti 5 adolescenti e una mamma

Notte tra il 7 e l’8 dicembre. Una gran folla attende, all’interno della “Lanterna azzurra” di Corinaldo, comune di quasi 5mila abitanti nella provincia di Ancona, l’inizio del concerto del rapper di Cinisello Balsamo Sfera Ebbasta, vero e proprio fenomeno dei social network con oltre un milione e mezzo di followers.

Durante il concerto, a causa del panico scatenato dopo lo spruzzo di spray urticante ai danni di alcuni presenti nella sala, tutti hanno iniziato a muoversi animatamente dirigendosi verso le uscite di sicurezza. Tante persone sono rimaste schiacciate sotto il peso della folla che calpestava qualsiasi cosa cercando di uscire rapidamente dal locale, altri sono stati schiacciati sotto il peso di una balaustra presente immediatamente dopo un’uscita di sicurezza, subendo anche il peso di altre persone cascate da un metro di altezza verso il vuoto che diventava, drammaticamente, sempre meno vuoto a causa della caduta inevitabile di tanti ragazzi.

A pagare il biglietto più caro sono sei persone, cinque ragazzi di età compresa tra i 14 e i 16 anni e una madre. I nomi sono stati pubblicati poche ore fa dal vicepremier Luigi Di Maio sui social: Asia Nasoni, 14 anni, di Senigallia; Daniele Pongetti, 16 anni, di Senigallia; Benedetta Vitali, 15 anni, di Fano; Mattia Orlandi, 15 anni, di Frontone; Emma Fabini, 14 anni, di Senigallia; mamma Eleonora Girolimini, 39 anni, di Senigallia.

I feriti sono 59, tutti con traumi e lesioni da schiacciamento, di cui sette in pericolo di vita. Attualmente gli inquirenti si stanno muovendo su diversi fronti: anzitutto è necessario fare chiarezza su chi abbia spruzzato lo spray al peperoncino, senza però perdere di vista un altro problema di fondamentale importanza riguardante il sovraffollamento del locale e le annesse misure di sicurezza per l’evento. È stato infatti accertato che il numero di biglietti venduto è stato di 1400, a fronte di una capienza complessiva di 870 posti. Le indagini, in tal senso, si basano sulle accuse di omicidio colposo plurimo, il locale è invece sotto sequestro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...